Tecnico-Organico - shotoreigikan.it

SHOTOREIGIKAN-ITALIA
KARATE-DO
Vai ai contenuti

Menu principale:

Tecnico-Organico

Regolamenti



A.S.D.  SHOTOREIGIKAN - ITALIA


REGOLAMENTO  TECNICO

ORGANISMI   TECNICI   E   ORGANIZZATIVI


Art. 1

La Commissione Tecnica dell’Associazione

1)  Per raggiungere le finalità preposte dell’A.S.D. SHOTOREIGIKAN, il Consiglio  Direttivo nomina una Commissione Tecnica composta di:

a)  Direttore Tecnico (Presidente Commissione Tecnica)
b)  Tecnici Docenti   (Consiglieri Commissione Tecnica)  

2)  I Consiglieri durano in carica due anni salvo casi di revoca o di decadenza dell’organo che  li ha nominati  (vedi art  7 dello Statuto);

3)  Alla Commissione Tecnica rispondono e ne sono disciplinati:
a)  Maestri di Karate
b)  Istruttori
c)  Aspiranti Istruttori
d)  Arbitri
e)  Aspiranti Arbitri
f)  Cinture Nere .


4)  Compiti della Commissione Tecnica:

a)  programmare l’attività tecnica dell’A.S.D. SHOTOREIGIKAN e l’attività agonistica   Nazionale;

b)  coordinare, indirizzare e disciplinare l’attività tecnica degli Istruttori delle Società   affiliate;

c)  promuovere la formazione di nuovi Aspiranti Istruttori, Agonisti e Arbitri    provinciali, regionali, nazionali;

d)  contattare la Commissione  Stampa e Propaganda per la diffusione di notizie    tecniche aggiornate, curando la preparazione di articoli e pubblicazioni;

e)  curare la preparazione per le manifestazioni ufficiali, quali provinciali – regionali –   nazionali;

f)  visionare la regolarità delle Commissioni Esaminatrici;

g)  svolgere ogni compito di natura tecnica che le venga affidato dal Consiglio Direttivo dell’A.S.D. SHOTOREIGIKAN


Art. 2

Affiliazioni

Per svolgere qualunque tipo di attività nell’A.S.D. SHOTOREIGIKAN è fatto obbligo tassativo di essere affiliati per l’anno in corso. Le affiliazioni sia degli atleti che delle Società sono valide un anno. Come anno è inteso l’anno sportivo sociale che va dal  1 settembre al 31 agosto successivo.
Tutte le Società tramite il proprio Responsabile Tecnico o di Segreteria, entro e non oltre 30 giorni dal termine di tale data devono provvedere alla riaffiliazione della palestra e del potenziale di Cinture Nere, nonché del suo Direttore Tecnico.



Art. 3

Tesseramenti

Tutti gli atleti sono tenuti annualmente al rinnovo della tessera o BUDOPASS  personale inviandoli unitamente alla quota e relativo certificato medico di idoneità rilasciato dal Centro Medici Sportivi (o Medico Sportivo del luogo) tramite lista iscrizione all’Ente di appartenenza e/o secondo le disposizioni del Consiglio Direttivo. Qualsiasi manomissione riscontrata sulla tessera (aggiunte, sostituzioni, cancellature ecc.)  la rende automaticamente nulla.
E’ obbligo in caso di smarrimento della tessera o budopass, avvisare immediatamente il Consiglio Direttivo il quale provvederà ad emettere un duplicato. La tessera deve essere esibita dall’atleta in occasione di Gare, Raduni, Esami, Corsi Aspiranti e Stage nonché ogni qualvolta gliene verrà fatta richiesta.



Art. 4

Rappresentanti Regionali ed Interprovinciali

Nominati dal Consiglio Direttivo A.S.D. SHOTOREIGIKAN in numero di uno o più per Regione, hanno i compiti di seguito elencati:

     
Art. 5

Compiti delle Commissioni Tecniche Regionali o Interprovinciali

a)  programmare l’attività tecnica ed agonistica provinciale;
b)  promuovere la formazione di nuovi agonisti provinciali;
c)  diffondere notizie aggiornate curando la preparazione di articoli e pubblicazioni tecniche (dopo parere favorevole della Commissione Tecnica dell’A.S.D. SHOTOREIGIKAN);
d) proporre alla Commissione Tecnica A.S.D. SHOTOREIGIKAN la formazione delle squadre rappresentative provinciali e curarne la preparazione per manifestazioni regionali ufficiali;
e)  collaborare con gli Organi dell’A.S.D. SHOTOREIGIKAN per l’organizzazione, propaganda ed incremento dell’attività sportiva;
f)  I Rappresentanti Regionali o Interprovinciali potranno su delega del Consiglio Direttivo effettuare controlli sulla gestione delle palestre della loro zona e sull’attività degli esaminatori provinciali;
g)  svolgere ogni compito di natura tecnica che venga loro affidato dalla Commissione Tecnica.


I  TECNICI

Art. 6

Qualificazioni

1)  La qualifica di Istruttore comporta capacità tecniche ed alto valore morale in quanto  l’insegnamento tecnico è alla base di un organico ed efficace sviluppo di ogni disciplina  sportiva. L’Istruttore assume implicitamente la veste di educatore dei giovani che gli  sono affidati.

2)  Per esercitare l’insegnamento del Karate-Do, occorre una delle  seguenti qualifiche:
a)  Maestro di Karate
b)  Istruttore Federale
c)  Aspirante Istruttore (Allenatore)   



Art. 7

Inquadramento

1)  I Maestri di Karate e gli Istruttori Federali saranno iscritti nell’apposito << Ruolo >>

2)  La qualifica di Maestro di Karate, Istruttore Federale e di Aspirante Istruttore, viene  rilasciata dalla Commissione Tecnica della A.S.D. SHOTOREIGIKAN attraverso appositi  esami che terranno conto della frequenza ai relativi corsi.

3)  Le età minime per rivestire le qualifiche di cui al comma precedente sono:
a)  Maestro di Karate,     anni   45   e  Cintura  Nera  4°  Dan
b)  Istruttore Federale,   anni   25   e  Cintura Nera   2°  Dan
c)  Aspirante Istruttore,  anni   20   e  Cintura Nera   1°  Dan

4)  I requisiti concernenti l’età minima e/o ruolo nella organizzazione, possono in via eccezionale,  essere variati dopo parere  della Commissione Tecnica A.S.D. SHOTOREIGIKAN e delibera del Consiglio, per  quell’atleta o tecnico che  abbia dimostrato particolari doti tecniche, tendenza all’insegnamento,  serietà morale e sportiva.




Art. 8

Doveri


I doveri dei Maestri di Karate, degli Istruttori e degli Aspiranti Istruttori:


a)  Nello svolgimento della loro attività mantenere una condotta ineccepibile in quanto esempio per i giovani che sono loro affidati;
b)  svolgere attività di insegnante tecnico presso le Società affidate;
c)  aggiornare sempre le loro conoscenze tecniche generali;
d)  partecipare a tutti gli Stage di aggiornamento  indetti dalla Commissione Tecnica;
e)  condurre una vita di socializzazione etica e con i giusti princìpi che il Karate-Do richiede;
f)  rispettare e far rispettare le decisioni e i regolamenti instituiti dall'Organo Direttivo   




Art. 9

Gli Aspiranti Istruttori


Gli Aspiranti Istruttori potranno svolgere attività di Insegnante Tecnico presso le Società affiliate solo sotto la direzione e la responsabilità di un Direttore Tecnico.




Art. 10

I Direttori Tecnici delle Società

1)  La qualifica di Direttore Tecnico della Società può essere ricoperta solo da un Maestro di  Karate o da un Istruttore Federale autorizzato dalla Commissione Tecnica.

2)  Compiti dei Direttori Tecnici delle Società. Oltre ai doveri previsti per gli Istruttori, i Direttori Tecnici hanno il compito di programmare e coordinare l’attività Tecnica delle Società loro affidate, in particolare:

a)  curare i programmi di insegnamento;
b)  coordinare, indirizzare e disciplinare l’attività tecnica degli Aspiranti Istruttori delle Società;
c)  programmare e dirigere gli esami di Kyu ratificandone gli esiti;
d)  programmare l’attività agonistica della Società in accordo con la Commissione Tecnica;
e)  proporre alla Commissione Tecnica i nomi dei tesserati ritenuti  idonei agli esami di dan;
f)  svolgere ogni compito di natura tecnica che gli venga affidato dalla Commissione.  



Art. 11

Cessazione


I Maestri di Karate e gli Istruttori, cessano di far parte del ruolo per i seguenti motivi:
a)  dimissioni volontarie;
b)  mancato rinnovo della tessera;
c)  per decisione della Commissione Disciplinare;
d)  per inottemperanza ai regolamenti.  




Art 12

Riammissione

I Maestri di Karate e gli Istruttori, possono essere riammessi al ruolo su parere favorevole del Consiglio Direttivo e Commissione Tecnica  sulle basi di: ottimo comportamento sociale, morale, tecnico (vedi art. 8)







I GRADI

Art. 13

Norme per il conseguimento del grado e colore di cintura

La divisa prescritta per il praticante di Karate è il Karate-gi bianco, stretto all’altezza della vita da una cintura col colore del grado riconosciuto dalla Commissione A.S.D. SHOTOREIGIKAN.
I praticanti di Karate sono divisi in due classi (Kyu e Dan) a seconda della tecnica acquisita e distinti con le seguenti cinture elencate in ordine crescente:

a) KYU
9° Kyu  Cintura bianca  
8° Kyu  Cintura gialla
7° Kyu  Cintura arancio
6° Kyu  Cintura verde
5° Kyu  Cintura blu
4° Kyu  Cintura blu/marrone
3° Kyu  Cintura marrone
2° Kyu  Cintura marrone
1° Kyu  Cintura marrone

b) DAN     
Cintura nera   **  Pre-Shodan (età minima 12 anni) vedi art.18
I    DAN   Cintura nera
II   DAN   Cintura nera
III  DAN   Cintura nera
IV  DAN   Cintura nera
V   DAN   Cintura nera  

N.B.

Non sono ammessi gli esami di mezzo grado oltre la cintura cintura blu tra 5° e 4° Kyu    



Art. 14

Regolamentazione passaggi di grado

Gli esami per il passaggio di grado dal 9° al 1° Kyu, possono essere effettuati presso la sede di insegnamento dall'Istruttore Federale della stessa Società, dal Direttore Tecnico, da un'Istruttore Federale di altra Società appartenente alla Federazione, da un Maestro qualificato dalla Federazione.
Gli esami  dal 3° al 1° Kyu è opportuno che vengano effettuati presso la sede del Direttore Tecnico Provinciale/Regionale/Nazionale unitamente agli Istruttori ed Insegnanti delle Società, è possibile, in accordo, scegliere altre sedi qualora le stesse società lo preferiscano.
Gli esami per i passaggi di DAN o per la qualifica di Istruttore, Esaminatore, Arbitro, sono effettuati dal Presidente della Commissione Tecnica A.S.D. SHOTOREIGIKAN coadiuvato da non meno di tre Commissari Tecnici; detti esami di DAN si svolgono di norma due volte all’anno in date che verranno preventivamente comunicate dal Consiglio Direttivo; solo per decisione del Presidente della Commissione Tecnica e di almeno tre Commissari possono essere indette ulteriori sessioni d’esami  



Art. 15

Riconoscimento del grado

Il grado di ogni praticante di Karate, riconosciuto valido a tutti gli effetti, è quello registrato dalla data di passaggio di grado, sull'apposito modulo d'esame e sulla tessera dall’Esaminatore (Istruttore Federale o Direttore Tecnico) della Società cui l’atleta appartiene o da un Istruttore Federale di altra Società facente parte della Shotoreigikan; per mantenere una corretta linea riguardo il Programma D'Esame Federale Shotoreigikan, le cinture nere che allenano i propri atleti e non hanno ancora conseguito l'esame con esito positivo di Istruttore Federale (considerati comunque come allenatori), possono far parte delle commisioni esami per i gradi di kyu dei propri atleti e di atleti di altre Società purchè coadiuvati dal proprio Direttore Tecnico e/o in accordo con un Istruttore Federale.

Art. 15 (bis)

Riconoscimento dell'Istruttore Esaminatore nel tesserino atleta

Chiarimenti:

- Non è riconosciuto il grado di kyu sulla tessera Federale se non firmato da un Istruttore  Federale autorizzato dalla Commissione Tecnica;
- E' riconosciuto il grado di kyu sulla tessera Federale solo se firmato da un Aspirante Istruttore Esaminatore coadiuvato da un Istruttore Federale.
- I requisiti concernenti il ruolo di esaminatore nella organizzazione, possono in via eccezionale, essere variati dopo parere della Commissione Tecnica A.S.D. SHOTOREIGIKAN e delibera del Consiglio, per il tecnico che  abbia dimostrato particolari doti tecniche, tendenza all’insegnamento, serietà morale e sportiva, affezione alla propria Federazione.
  


PASSAGGI  DI GRADO


Art 16

Regolamento per esami e/o ammissioni


Ogni esame per passaggio di grado,  positivamente superato dall’atleta, verrà contraddistinto ed indicato sul modulo d’esame codificato, il quale verrà poi trascritto sulla apposita Tessera. Nel caso che i gradi precedenti non fossero coperti da firma e/o modulo, l’atleta dovrà prima affrontare un pre-esame per regolarizzare la sua posizione. Inoltre, per gli atleti provenienti da altre Federazioni o Enti di Promozione che abbiano raggiunto gradi superiori al 4° Kyu è richiesta la documentazione che attesti e comprovi il loro grado.




Art. 17

Periodo minimo di permanenza nei vari gradi

Per 9° kyu  2 mesi effettivi

da 9° Kyu a 8° Kyu    2  mesi effettivi     
da 8° Kyu a 7° Kyu    3  mesi effettivi
da 7° Kyu a 6° Kyu    3  mesi effettivi
da 6° Kyu a 5° Kyu    3  mesi effettivi
da 5° Kyu a 4° Kyu    3  mesi effettivi
da 4° Kyu a 3° Kyu    3  mesi effettivi
da 3° Kyu a 2° Kyu    4  mesi effettivi
da 2° Kyu a 1° Kyu    6  mesi effettivi
da 1° Kyu a 1° DAN 12  mesi effettivi** stesso tempo di permanenza da 1° Kyu a PRE-SHODAN

da 1° Dan a 2° Dan   2  anni effettivi   Età minima anni 20    
da 2° Dan a 3° Dan   3  anni effettivi   Età minima anni 25
da 3° Dan a 4° Dan   4  anni effettivi   Età minima anni 35
da 4° Dan a 5° Dan   5  anni effettivi   Età minima anni 45



Art. 18

**   Pre Shodan


** Inquadramento cintura nera Pre-Shodan


Riguardo le categorie Cadetti (10-13 anni) è possibile sostenere l’esame di cintura nera (PRE-SHODAN)  con tempi  minimi di permanenza documentati per i gradi di kyu; aver partecipato ad uno stage precedente indetto dalla A.S.D SHOTOREIGIKAN con il grado di cintura marrone 3°- 1° kyu, i tempi di permanenza fra i gradi si differenziano dall’esame di 1° dan.
Nel caso che, i gradi precedenti non fossero coperti da firma e/o modulo, l’atleta dovrà prima affrontare un pre-esame per regolarizzare la sua posizione, il programma tecnico d’esame a loro riservato,  così come le modalità,  sono regolati dal  “PROGRAMMA D’ESAME”
L’esame conseguito per la nomina di cintura nera  PRE-SHODAN  NON  prevede la consegna del Diploma Nazionale ma, autorizza l’atleta ad indossare la cintura nera per allenamenti e competizioni riservate alla sua categoria.
Per conseguire l’esame di 1° DAN con la consegna del Diploma Nazionale, è obbligatorio aver compiuto il 14° anno d’età (già categoria Juniores);  aver partecipato ad uno stage precedente con il grado di cintura marrone 3° - 1° kyu, oppure,  aver  conseguito l’esame di Pre-Shodan.


LE CINTURE NERE

Possono indossare la cintura nera esclusivamente quegli atleti che portino il grado sull’apposita Tessera o Budopass.



Art. 19

Doveri delle Cinture Nere

a)   Mantenere una condotta adeguata al loro grado;
b)   Aggiornare continuamente le loro conoscenze tecniche generali;
c)   Partecipare agli stage di aggiornamento indetti dalla Commissione Tecnica A.S.D. SHOTOREIGIKAN.



Art. 20

Cessazione

Le Cinture Nere cessano la loro attività nell’organizzazione per i seguenti motivi:
a)  dimissioni volontarie;
b)  per decisione della Commissione Tecnica Disciplinare;
c)  per inottemperanza ai regolamenti.






GLI ATLETI

Art. 21

Classificazione

Gli atleti tesserati alla Organizzazione vengono suddivisi in due classi: AGONISTI e AMATORI


Art. 22

Categorie

Le categorie per gli atleti sono di seguito suddivise:

a)  SPERANZE   fino a 9 anni compiuti
b)  CADETTI     da  10  a 13 anni
c)  JUNIORES    da  14  a 17 anni
d)  SENIORES   da  18  a  35 anni
e)  VETERANI   da  36  anni in poi



Art. 23

Gli atleti Agonisti

Per svolgere attività di atleta agonista nell’ambito dell’Organizzazione occorre una delle seguenti qualifiche:

a)  Agonista Internazionale  (selezionato dalla Commissione Tecnica Nazionale)
b)  Agonista Nazionale  (selezionato dalla Commissione Tecnica Nazionale)
c)  Agonista Regionale  (selezionato dal Responsabile o Commissione Regionale)
d)  Agonista Provinciale (selezionato dalla Società di appartenenza)
e)  Essere Cintura Nera  (selezionato dalle Società di appartenenza)
f)  Avere partecipato ad almeno 1 stage durante l’anno.


Inquadramento agonisti:

La  Commissione Tecnica,  emana una circolare con clausole che l’atleta, agonista o aspirante, dovrà rispettare in considerazione del  “Ruolo” da lui scelto e affidatogli.



Art. 24

Gli Atleti Amatori

Possono essere iscritti e tesserati come amatori tutti quegli atleti che, per loro esplicito desiderio, non intendano partecipare a gare o a competizioni Nazionali.
Possono tuttavia partecipare a gare sociali ed Interprovinciali, possono pertanto svolgere solo attività di natura burocratica nell’ambito della Organizzazione.



Art. 25

GLI UFFICIALI DI GARA


Ufficiali di Gara - Arbitri e i  Giudici

A) GLI ARBITRI
Appartengono al ruolo di Arbitri di Karate tutti coloro ai quali la Commissione abbia riconosciuto tale qualifica dopo la frequenza di appositi corsi e relativi esami.
Gli Arbitri si distinguono in Arbitri Provinciali; Regionali; Nazionali e Internazionali.
Per essere inquadrati come Arbitri Provinciali necessita essere cintura nera 1° dan, iscritto e partecipante ai corsi indetti dalla Commissione o chi per essa.
Per essere inquadrati come Arbitri Regionali necessita essere cintura nera minimo 2° dan ed avere conseguito l’esame per il Ruolo con esito positivo.
Per essere inquadrati come Arbitri Nazionali necessita essere cintura nera minimo 3° dan, avere conseguito l’esame per il Ruolo e l’esame di Istruttore Federale.
Per essere inquadrati come Arbitri Internazionali necessita avere conseguito l’esame per il Ruolo e avere il grado “ufficiale” di  3° dan.
Gli Arbitri, nelle manifestazioni Federali o approvate dalla Commissione, hanno la direzione tecnica della gara secondo le norme ed i regolamenti specifici.
In tale funzione,  nessuna interferenza può essere consentita in merito al loro operato.
Data la delicatezza del compito loro affidato, gli Arbitri, devono svolgere la loro attività con assoluta imparzialità scevra da interessi o simpatie.

Sulla condotta degli Arbitri,  previa segnalazione al Presidente di Giuria a cui possono far ricorso per iscritto gli atleti che si ritengono lesi dal giudizio arbitrale, è competente la Commissione Disciplinare la quale stabilirà i provvedimenti da adottare, compresa la cancellazione dal Ruolo.


Art. 26

I Giurati


B) I GIURATI  U.di G.
Nelle manifestazioni Federali, i Giurati presiedono la tavola o ne fanno parte come collaboratori del Presidente di Giuria, provvedono a controllare il buon andamento della manifestazione, redigono i documenti di gara, segnalano eventuali infrazioni disciplinari.



Art. 27

Stage

La SHOTOREIGIKAN indìce, di norma, due Stage Nazionali all'anno, oltre a Mini-Stage a carattere Interregionale. Gli Stage Nazionali, uno estivo ed uno invernale, sono aperti a tutti i tesserati qualunque sia il grado acquisito.
E' fatto obbligo ai Maestri, agli Istruttori, agli Aspiranti Arbitri e Aspiranti Istruttori della partecipazione agli Stage Nazionali, salvo comprovati motivi da comunicarsi in tempo utile alla Segreteria della SHOTOREIGIKAN.
Per la partecipazione agli Stage, la cura del Direttore Tecnico della Società sarà di compilare l'apposito modulo che, unitamente alla quota stabilita, verrà consegnato alla Segreteria in loco o chi per  essa,  in apertura Stage.


Art. 28

Gare Provinciali – Regionali - Nazionali

Per la partecipazione alle gare indette dalla Associazione, gli atleti dovranno essere in regola con il tesseramento e certificazione medica idonea per la disciplina.
La compilazione dell’apposito modulo di iscrizione gara dovrà essere curata dal Direttore Tecnico della Società cui l'atleta appartiene. Detto modulo dovrà essere spedito via mail – fax o poste  alla Segreteria Centrale  in tempi e/o date  stabiliti dalla Commissione, o chi per essa.



Art. 29

INQUADRAMENTO PER GLI ATLETI DELLE ISOLE

Conseguimento del grado di DAN

Gli atleti delle isole con età inferiore ai 18 anni, hanno la facoltà di essere esaminati (per ragioni logistiche e onerose) in sede regionale, mantenendo fede all’art. 14  (comma 14 bis)  del regolamento in atto.  


Art 30

Norme finali

Nella certezza che questo ordinamento venga osservato e rispettato, per un migliore esito di organizzazione, si notifica che: per clausole non previste o per l'interpretazione delle norme, verranno impartite disposizioni di volta in volta a mezzo circolari o e-mail diramate dal Consiglio Tecnico  tramite Segreteria Centrale.

Letto,  approvato e  firmato dalla Commissione Tecnica in data   19/10/2005

 
Torna ai contenuti | Torna al menu